La guida per la richiesta dei prestiti garantiti fino a 25.000 Euro per piccole imprese e professionisti per la crisi del Coronavirus

Con il Decreto Legge Liquidità n. 23 dell’8 aprile 2020 è stata introdotta la possibilità di richiedere un finanziamento fino a 25.000 Euro per le PMI per sostenere la continuità aziendale di imprese, liberi professionisti e lavoratori autonomi titolari di Partita IVA.

I prestiti sono garantiti al 100% dal Fondo di Garanzia per le PMI e possono farne richiesta le micro, piccole e medie imprese, le persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni.

Le finalità del finanziamento sono sostenere i costi del personale, o gli investimenti, o il capitale circolante.

Quali sono le condizioni necessarie per poter accedere al finanziamento?

– avere sede in Italia

– non avere una situazione di difficoltà al 31.12.2019 (Regolamento UE n. 651/2014 e seguenti) ed esposizioni deteriorate al 29/02/2020 presso il sistema bancario

Quali sono le caratteristiche del finanziamento?

– durata massima di 72 mesi

– pre-ammortamento di 24 mesi (si inizia dunque a restituire la parte capitale dopo 2 anni)

– tasso di interesse e commissioni a favore (tengono conto della copertura dei soli costi di istruttoria e di gestione dell’operazione finanziaria)

– importo non superiore al 25% del fatturato o volume d’affari indicato nell’ultimo bilancio depositato o Modello Unico, oppure da dati certificati per l’anno 2019 se non ancora approvato il relativo bilancio

– garanzia statale gratuita pari al 100% dell’importo richiesto alla banca

– può essere richiesta una sola garanzia per azienda

Come procedere alla richiesta?

– le richieste devono essere inviate alla propria filiale bancaria di riferimento a mezzo PEC

– è necessario compilare il modulo per la richiesta della garanzia al Fondo di Garanzia per le PMI (Allegato 4 bis scaricabile cliccando sul seguente link https://www.fondidigaranzia.it/normativa-e-modulistica/modulistica/)

– alla richiesta è necessario allegare: modulo di ciascuna banca per la domanda del credito, copia di documento di identità, bilancio/dichiarazione dei redditi, certificato di attribuzione di Partita IVA (per le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui